portfolio

image description

Castello di Roccascalegna – Megalò

Programma

IL CASTELLO DI ROCCASCALEGNA

Imponente e misterioso, il Castello di Roccascalegna si erge su uno sperone roccioso che domina le colline a sud est della Maiella comprese tra i corsi dei fiumi Sangro e Aventino. Ormai quasi completamente distrutto, il Castello, dopo circa tre secoli di abbandono, torna a nuova vita solo alla fine del secolo scorso, dopo che gli ultimi proprietari, Croce Nanni, nel 1985 ne avevano fatto donazione al Comune.

Dal cuore del piccolo paese, una ripida e contorta gradinata conduce alle mura della rocca e si apre sul vano che ospitava il ponte levatoio; i torrioni circolari che la difendevano sul lato scoperto dello sperone verso valle sono ancora tutti visitabili con le carceri, i forni e riproduzioni di armi da fuoco d’epoca. Senz’altro questo Castello è uno dei più suggestivi in una regione pur ricca di castelli e seconda in Italia per numero solo alla Valle d’Aosta. Oltre, infatti, alla posizione invidiabile, quasi sospeso fra il cielo e la terra, visibile da tutto il territorio circostante attraverso scorci sorprendenti e sempre diversi, permette a chi lo visita di godere anche di panorami mozzafiato, che spaziano dal massiccio della Maiella alla valle del Sangro verso l’Adriatico.

Ma il Castello di Roccascalegna, non è solo storia, architettura e natura, esso custodisce una delle più intriganti leggende dei tempi feudali. Si narra che l’ultimo feudatario che lo abitò e di cui si conservi memoria, il Barone Corvo De Corvis, con un editto del 1646, avesse reintrodotto lo “ius primae noctis” in forza del quale obbligava ogni novella sposa del Feudo di Roccascalegna a passare la prima notte di nozze con lui. Ma qualcuno si ribellò e il Barone fu accoltellato nel talamo nuziale dalla sposa dissenziente o dal marito travestito, lasciando l’impronta della propria mano insanguinata sulla roccia. Il Castello è stato anche scenario dell’ultima produzione RAI Fiction del Nome della Rosa, di Umberto Eco, di cui ricorre, quest’anno, il 40° anno dalla sua prima pubblicazione.

Programma di viaggio

DOMENICA 26 FEBBRAIO

Ritrovo dei partecipanti alle ore 06:00 in Via Maggiolini (ex Magazzini Ferri) di San Giovanni Rotondo.

Arrivo a ROCCASCALEGNA e visita guidata del Castello

Medievale, del borgo e percorso panoramico. Durata della visita di 1 ora e 30 minuti circa. Al termine partenza per il centro commerciale MEGALO’

di Chieti e tempo libero a disposizione. In serata

sistemazione in autobus e partenza per il rientro in sede.


                                                        FINE SEI SERVIZI

La quota individuale di € 30,00 comprende:

  • Circuito in autobus G.T ed itinerario come da programma;
  • Ingresso al Castello di Roccascalegna

La quota NON comprende:

Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”

Informazioni utili e scontistiche previste

  • I luoghi di partenza: San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Foggia, San Severo, e altre partenze su richiesta

Per informazioni e prenotazioni:

Maria – 327 79 60 673

Fini Viaggi – 388 79 06 572 ( anche whatsapp )

gruppi@finiviaggi.it / info@finiviaggi.it

Related Projects

THE GERSHWINS’ PORGY AND BESS AL TEATRO PETRUZZELLI

Event, Gite di un giorno, TEATRO

PASQUETTA A GRAVINA IN PUGLIA – Lunedì 22 Aprile 2019

Gite di un giorno, Tour di gruppo

Royal Edinburgh Military Tattoo 25-28 Agosto

Event, Tour di gruppo

WhatsApp chat